Contatto

Implantologia immediata - Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca?

Implantologia immediata - Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca?

Una domanda che i pazienti ci fanno spesso è: Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca? Per capirci meglio qui parliamo di tre fasi d’intervento– estrazione dei denti rimasti, implantologia e protesica dentaria, ovvero il posizionamento dei nuovi denti sugli impianti.

Nella maggior parte dei casi complicati (come quello che vediamo nell’Esempio 1) il dentista proporrà di procedere alle estrazioni e poi aspettare dai 3 ai 6 mesi prima di inserire gli impianti dentali. Spesso in questi casi vengono proposte ed eseguite anche le rigenerazioni ossee (innesti) che purtroppo sono un costo aggiunto per il paziente.

Esempio 1:

Implantologia immediata - Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca?

Per fortuna, l’esperienza decennale nell’implantologia dentale e l’altissimo numero di pazienti che visitano L’Implant centre Martinko, ci hanno portato alla conclusione che nella maggior parte dei casi è meglio inserire gli impianti dentali subito dopo aver estratto il dente. In questo modo, le fasi neccesarie per la buona riuscita dell’intervento diventano due ed il tempo d’attesa per i “denti nuovi” diventa più breve.

Un operazione di questo genere minimizza il numero delle visite, dell’anestesia e degli interventi comunque più o meno dolorosi per il paziente. Ancora più importante è il fatto che in questo modo avremo la possibilità di prevedere la quantità di osso che rimarà in bocca dopo l’estrazione e dopo il naturale processo di riassorbimento. Chiaramente, per poterlo dire con certezza, il dentista che eseguirà l’intervento dovrà avere delle conoscienze ben precise sulla fisiologia dei tessuti ossei e dei tessuti molli (gengive) presenti nella bocca.

Succede infatti, ed anche abbastanza spesso, che se aspettiamo qualche mese dopo aver estratto il dente, la quantità di osso utile per ricevere un impianto dentale diminuisce. Se accade questo, il dentista si trova costretto a cambiare il piano di cura preparato durante la prima visita ed il paziente potrebbe rimanere insoddisfatto del risultato finale e deluso del trattamento ricevuto.

Esempio 2:

Tutti i denti del paziente devono essere estratti. La soluzione che gli abbiamo promesso è quella semifissa (Overdenture) che prevede l’inserimento di 4 impianti dentali ed una protesi totale senza appoggio palatino che si aggancia sugli impianti.

Implantologia immediata - Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca?

Se avessimo deciso di aspettare dai 3 ai 6 mesi prima di inserire gli impianti (il paziente nel frattempo porta una protesi mobile), il risulato molto probabilmente sarebbe stato è il seguente:

Esempio 3:

Implantologia immediata - Quante visite dovrò fare per un restauro completo della bocca?

Come vediamo dall’immagine, l’osso si è ormai quasi completamente attrofizzato e le possibilità di inserire degli impianti dentali non esistono più. Gli interventi di rigenerazione ossea in questo caso sarebbero inutili e l’unica cosa sicura che ne uscirebbe fuori sono costi aggiuntivi per il paziente.

Vi consiglio quindi, di affidare le vostre cure dentali a dentisti che sono in grado di garantirvi un intervento sicuro e definitivo, senza contrattempi, lunghi periodi di attesa e costi aggiuntivi possono essere evitati.

Qualche domanda? Contattaci via Facebook!